Beverly Pepper al Museo dell’Ara Pacis di Roma

di Domenico Cornacchione

DSCF7137
DSCF7141
DSCF7143

Dal 3 dicembre 2014 al 15 marzo 2015, presso il Museo dell’Ara Pacis di Roma, saranno esposte le sculture dell’artista americana Beverly Pepper. L’esposizione, promossa da Roma Capitale, si svolge quasi completamente all’aperto, e non poteva essere diversamente vista l’imponenza delle sculture. All’interno del Museo dell’Ara Pacis sono esposte solo cinque piccole sculture, parte della

DSCF7135
DSCF7136

serie Curvae in Curvae esposta alla Galleria Marlborough sia a New York sia a Londra. Le opere esposte, tutte in acciaio corten, ci hanno richiamato alla mente le opere di Carlo Lorenzetti e di Mauro Straccioli, ovviamente per il materiale usato, ma anche per le forme geometriche utilizzate. La sostanziale differenza delle sculture della Pepper, rispetto a quelle di Lorenzetti e Straccioli, è l’utilizzo dello spazio. Le opere della Pepper si sviluppano in tutte le direzioni, e le lamiere usate acquistano, unendosi, spessori nuovi. Le opere di Lorenzetti, che abbiamo già incontrato, hanno, invece, come unico spessore quello proprio delle lamiere. Con questa mostra di Beverly Pepper, per la prima volta, l’area perimetrale all’aperto del Museo dell’Ara Pacis si offre come spazio espositivo. All’interno il museo dell’Ara Pacis, inoltre, ospita l’ennesima mostra che la città di Roma dedica a Henri Cartier-Bresson, che, comunque, vale la pena di visitare.

Precedente In Polonia, cioè dove? Successivo Fra queste sale (Malandrino)

Un commento su “Beverly Pepper al Museo dell’Ara Pacis di Roma

Lascia un commento