Il Parco dell’Appia Antica

Il Parco Regionale dell’Appia Antica è un’area protetta di 3500 ettari istituita nel 1988 dalla Regione Lazio all’interno dei territori comunali di Roma, Ciampino e Marino. Il territorio del Parco si estende dal centro di Roma fino ai Colli Albani, rappresenta il residuo più importante dell’Agro Romano dal punto di vista storico, archeologico e paesaggistico. Comprende Via Appia Antica per un tratto di 16 chilometri circa. Dall’agosto 2013 il Commissario dell’ente è Mario Tozzi, geologo e membro del Consiglio scientifico del WWF. Oltre l’82% del territorio del Parco, comunque, è di proprietà privata, di cui il 14 % appartiene a enti religiosi.
Le aree di proprietà pubblica sono divise tra patrimonio dello Stato (di cui fanno parte per esempio l’Appia monumentale e le ville dei Quintili e dei Sette Bassi o Capo di Bove) e patrimonio di Roma Capitale (aree verdi pubbliche Caffarella, Tor Fiscale e Acquedotti o il Circo di Massenzio). Un 2% circa, invece, rientra nel demanio militare. Il parco è stato istituito per contrastare il crescente abusivismo. Per saperne di più visita il sito del Parco.

Redazione

Precedente IL MAAM E LO SPAZIOELLE - IL FUTURO DELL’ARTE A ROMA Successivo La ex Cartiera Latina